“Ῥαββί, ποῦ μένεις;” – sul come cambiano i significati da una lingua all’altra

“Ῥαββί, ποῦ μένεις;” – sul come cambiano i significati da una lingua all’altra

Potrebbe essere un'illustrazione raffigurante 2 persone

Facciamo l’esempio di un solo versetto, famosissimo, di Giovanni. In italiano la versione più ricorrente dice:

“Rabbì – che, tradotto, significa Maestro -, dove dimori?” (Gv 1,38)

In inglese, la versione più ricorrente, dice:

“Rabbi” (which means “Teacher”), “where are you staying?”

Subito si può intuire come il verbo inglese “to stay” sia evocativo di altro, rispetto all’italiano “dimorare”.

Ma il greco (la versione, anche qui, più ricorrente), cosa dice?

“Ῥαββί – ὃ λέγεται μεθερμηνευόμενον Διδάσκαλε-, ποῦ μένεις;”

(il verbo che ci interessa è qui il greco “menein”, che significa fondamentalmente “rimanere”. E dunque: “Rabbì, dove rimani?” (Gv 1,38)

Tre modi distinti di dire – in tre lingue diverse – un medesimo concetto, senza tuttavia capire in ultima che cosa – esattamente – quei due discepoli abbiano chiesto a Gesù. Alcuni studiosi intendono quella domanda nel senso di: “Dove vivi?”. Questa soluzione, tuttavia, crea difficoltà se si pensa al luogo in cui l’avvenimento avviene, cioè dove battezzava il Battista, e poiché subito dopo è detto che effettivamente quei due “videro” ciò che cercavano, è difficile pensare che Gesù vivesse (nel senso di abitasse) da quelle parti. Alcuni esegeti come il Brown intendono più teologicamente e meno storicamente la “visita” dei due discepoli a Gesù come un loro “venire alla fede”. Ma anche qui alcuni dettagli letterari dell’Evangelista creano difficoltà ad intenderla così. Altri parlano di una “intimità” acquisita con Gesù da parte dei due discepoli in quell’occasione. Questo può essere più verosimile, rimanendo tuttavia difficile capire – letteralmente parlando – che cosa oggettivamente abbiano chiesto a Gesù con quella loro domanda iniziale: “Dove dimori?”.

Questo per un solo versetto di un solo Vangelo. Pensiamo a tutta la Bibbia! Solo lo Spirito Santo può spiegarla e tradurla secondo tutte le differenze linguistiche esistenti.

Amen

Edizioni e Libreria Cattolica La Casa di Miriam

Piazza del Monastero 3 – 10146 – Torino

 

 

 

About lacasadimiriam 1277 Articles
La Casa di Miriam è un centro editoriale cattolico ed un cenacolo di preghiera operativo 24h