Dall’Istruzione “Redemptionis Sacramentum”

Corpus

“Si ponga fine al riprovevole uso con il quale i Sacerdoti, i Diaconi o anche i fedeli mutano e alterano a proprio arbitrio qua e là i testi della sacra Liturgia da essi pronunciati. Così facendo, infatti, rendono instabile la celebrazione della sacra Liturgia e non di rado ne alterano il senso autentico” (III,3,59).

www.lacasadimiriam.altervista.org

Ti potrebbe interessare anche