“A una vergine promessa sposa”

“πρòς παρθένον ἐμνηστευμένην” – Lc 1,27

di Francesco G. Silletta

 
 
“[…] Il verbo che Luca 1,27 associa al termine “παρθένος” (vergine), in quella che è la prima presentazione in assoluto di Maria nel suo Vangelo, è “μνηστεύω”, cioè “fidanzarsi, impegnarsi coniugalmente, ecc.”. Poco oltre, in 2,5, quando racconta del viaggio di Giuseppe e di Maria da Nazaret a Betlemme a motivo del censimento, questo verbo ricompare nuovamente riferito a Maria, ivi avente un senso evidentemente ancora più esplicito (dato il contesto narrativo), ossia quello di “sposata”.
L’accostamento ricercato del titolo di “vergine” ad un verbo che esprime un impegno matrimoniale, impone secondo il Laurentin un’attenta analisi della decisione previa di questa “vergine” (Maria) in riferimento al suo stato di sposa. Infatti, questo verbo, nel contesto letterario della scena dell’annunciazione (Lc 1,26-38), mette in luce, secondo il mariologo francese, almeno due aspetti evidenti, prescindendo dai quali la comprensione del racconto rischia una forte alterazione di senso. Il primo riguarda la scelta verginale, cosciente e previa, di Maria rispetto al suo sposalizio con Giuseppe, imponendo allora una rilettura nei termini di una decisione permanente del famoso versetto di 1,34: “ἄνδρα οὐ γινώσκω” (“Non conosco uomo”); inoltre, e questo è il secondo aspetto, lo stesso Giuseppe pare coinvolto positivamente in questa decisione della sua sposa, ivi adeguandosi a propria volta secondo una identica disposizione: “Il proposito di verginità formulato da Maria, è senza dubbio riconosciuto è accettato dal suo sposo […] Maria, ispirata da Dio, aveva deciso di non conoscere uomo nel senso biblico di questa espressione (cfr. Gen ,1; 17,25; 19,5-6; 38,26)”
(cfr. R. Laurentin, Court Traité sur la Vierge Marie (1968), tr. it. La Vergine Maria, Paoline, Roma 1970, pp. 37-38).
 
Francesco G. Silletta – Studi mariologici – Edizioni La Casa di Miriam – Piazza del Monastero, 3 – Torino – Tel. 340-5892741 – www.lacasadimiriam.altervista.org