“Conversazioni con me stesso. Sui pastori che abbandonano le pecore” – di F.G. Silletta

“Conversazioni con me stesso. Sui pastori che abbandonano le pecore” – di F.G. Silletta

CVG PROMO

La comunicazione di un dolore, se trasmessa producendo a sua volta dolore, non è una vera comunicazione, ma una ritorsione. Non è questa però la finalità del mio racconto, ma la salvaguardia di un nucleo di sofferenza, non marginale, ma costitutiva un intero percorso di vita, di vita cristiana, la quale proprio in quanto immersa nel ‘passato’, rischia allora un naufragio, una propria definitiva, e da alcuni sperata, deriva dall’attualità del presente, portando via con sé, inesorabilmente, qualora non venisse in qualche modo ‘fermata’, anche determinate verità, anche tante ingiustizie, tante ipocrisie che, se fatte appunto naufragare, rischierebbero di non aiutare certe persone nella loro comprensione di un certo ordine di cose, per il tramite di questa mia stessa testimonianza.
In fondo ‘me stesso’ sono tante vite che si immedesimano nella sofferenza ivi esposta. Il vero ‘scandalo’, allora, ammesso che si possa definirlo così, non consiste nell’avere esposto determinati fatti, ma piuttosto nel cercare di mantenerli occulti […]”.

CONVERSAZIONI CON ME STESSO. SUI PASTORI CHE ABBANDONANO LE PECORE” – di Francesco Gastone Silletta – © Copyright Edizioni La Casa di Miriam – DAL 15 MAGGIO 2016 –        160 pagine – € 15
Tel. 340-5892741 – Corso Francia, 201- 10139 – Torino
www.lacasadimiriam.altervista.org