“Per la liberazione dal peccato” ***

 “Per la liberazione dal peccato” ***

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona

Gesù, tu sei liberazione e vita. Dove c’è liberazione, infatti, ivi è la vita, cioè te. Non si può vivere quando si è legati, e legati dal peccato. Per questo tu che sei vita, vieni a liberarci. Nessuno dei nostri peccati è sconosciuto alla tua coscienza, né alcuno dei condizionamenti, dei dolori, dei traumi, delle insicurezze che li hanno causati. Tutto ti è noto nei dettagli, e non c’è bisogno per noi di arrovellarci nel ricordare, poiché tu già conosci ogni cosa anzitempo. Allo stesso modo conosci il nostro desiderio di redenzione e di liberazione dal peso interiore del peccato. Per questo ti domandiamo te stesso, nella potenza del tuo corpo, del tuo sangue, della tua anima, della tua divinità, affinché possiamo essere liberi davvero da tutto ciò che, mediante l’inganno, ci ha legati e al contempo disgiunti da te. Noi vogliamo essere tuoi amici, come tu hai chiamato i tuoi apostoli nell’ultima cena. Non vogliamo rimanere esclusi dalla tua amicizia, poiché ciò significa rimanere fuori dai viventi nello spirito, da coloro che in eterno contempleranno il tuo volto santo e canteranno la tua lode. Da noi stessi non siamo capaci di espellere questo male. Noi lo abbiamo causato, ma non noi possiamo estirparlo nei suoi effetti e nelle sue conseguenze per noi. La tua carità infinita, che ha dato misericordia a moltitudini di peccatori nella storia, possa avvolgere anche noi nella sua infinita estensione, ed accoglierci pentiti, ravveduti, rinforzati nello zelo per la santità come tu la intendi. Vogliamo che tu ci liberi, Gesù, non per voltarti ancora le spalle con il peccato, ma per dimenticarne in eterno l’inganno e la persuasione, e non avere mai più alcun legame con esso. Se ci ritieni degni, donaci oggi questa rinata armonia con te, che sei purezza e vita, sincerità e compassione. Da chi andremo, Gesù? Chi mai ci darà quel perdono che spezza le catene del peccato, che ci libera da ogni suo condizionamento e molestia? Nessuno, tranne te, che sei Dio onnipotente, che sei eterna Sapienza e Parola di Salvezza. Tu solo hai a cuore la nostra esistenza, poiché sei tu stesso che ce la doni. Lavaci dunque nella tua misericordia infinita da tutto il male del peccato, dai ricordi dolorosi, dalle ferite che ha lasciato in noi, e donaci una vita nuova, la tua, te stesso, Signore e Dio. Per la tua benedizione. Amen

*** di Francesco G. Silletta – “Liberaci dal male” – 4 volumi
Edizioni e Libreria Cattolica La Casa di Miriam
Piazza del Monastero, 3 – Torino – www.lacasadimiriam.altervista.org

 

 

Pubblicato da lacasadimiriam

La Casa di Miriam è un centro editoriale cattolico ed un cenacolo di preghiera operativo 24h