“Preghiera alla Madre per la liberazione dal male” – dal 3° vol. del libro “Liberaci dal male”

“Preghiera alla Madre per la liberazione dal male” – dal 3° vol. del libro “Liberaci dal male” – di Francesco G. Silletta – Edizioni La Casa di Miriam

Vergine Madre,
per quei tuoi occhi puri e fissi su di noi, che per la potenza dello Spirito Santo sono castamente deposti a protezione sul nostro cammino e nella loro forza fanno retrocedere l’inferno, con tutte le anime dannate che cercano di farci cadere: noi ti invochiamo, affinché in questo momento tu venga in nostro aiuto.
Libera anzitutto il nostro cuore dalla superbia e dal desiderio di possedere qualsiasi cosa distinta dall’umiltà, dall’obbedienza e dalla carità. Per la forza della tua fede, vieni in nostro soccorso ora che siamo vacillanti, confusi, spaventati da quanto vediamo in noi, attorno a noi e al di fuori di noi: peccato, malizia, compiacenza, volgarità, bestemmia, idolatria, latrocinio, corruzione.
Salva la nostra fede dall’ora buia del compromesso con il dubbio, perché rimaniamo saldi nella via della croce che il tuo Figlio Gesù, nostro Signore, ci ha indicato come unico percorso verso la salvezza.
In nome del tuo materno soccorso, per la fede inamovibile con cui hai creduto nella bontà dell’Onnipotente anche dinanzi al dolore più terribile, la crocifissione di tuo Figlio, ti chiediamo di liberarci da ogni attaccamento ai beni della terra: denaro, ricchezza, fama, popolarità, ambizione. Vadano all’inferno con Satana tutte le potenze che ci attirano verso ciò che contraddice la povertà e la purezza di cuore prospettate da Gesù Cristo nelle beatitudini: retrocedano e siano distrutti nella loro menzogna tutti gli idoli umani della terra, statuine, immagini cultuali, amuleti, portafortuna, volti di pseudo-divinità idolatrate da certi uomini, attività occulte di terapie sul corpo e sulla mente, incantesimi, magie.
Fuggano da noi i pensieri di tradimento della verità evangelica, unico spazio vivente di consolazione e di salvezza.
Nel tuo nome santo, soccorritrice degli afflitti, vieni in nostro aiuto contro l’odio del mondo che, correndo dietro gli idoli che passano e producono ossessione, sconforto, desolazione e da ultima la morte con la loro seduzione, cerca di distoglierci il più possibile dalla nostra vocazione apostolica.
Sia benedetto il tuo nome, Santa Vergine di Nazaret, cui Dio ha affidato il compito materno sull’intera redenzione: a te affidiamo la nostra presente difficoltà, sommersi e circondati come siamo da nemici idolatri, sordi alla chiamata di Dio, sbeffeggiatori coscienti del santo nome di Gesù Cristo, a loro stessa condanna.
Per i tuoi meriti di madre, ci appelliamo al tuo amore materno affinché, come contro un muro di cemento, si infrangano i malefici ricevuti dai nostri nemici, i loro cattivi auguri, le loro riunioni, le loro avverse maldicenze, le loro mormorazioni sulla nostra vocazione alla santità ed alla sequela dell’unico e vivente Signore, Gesù Cristo.
A te, Maria Santissima, affidiamo la nostra vita. Tremi Satana nel constatare l’amore viscerale che ti lega a noi, tuoi figli, mentre fiduciosi invochiamo il tuo nome.
Vada all’inferno Satana, e rimani per sempre tu con noi, nell’amore materno che il tuo Figlio ci ha donato perché trovassimo conforto e protezione verso la nostra eterna salvezza. Amen.

“Liberaci dal male” – 3 volumi – di Francesco G. Silletta – Edizioni Cattoliche La Casa di Miriam – Tel. 3405892741 – www.lacasadimiriam.altervista.org