Sul fenomeno dell’ateismo credente ***

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona

Sul fenomeno dell’ateismo credente ***

“Chi fa pensare l’uomo? Chi dà all’uomo la capacità di pensare? Forse l’uomo da se stesso? L’uomo da se stesso non è capace di darsi nulla di ontologico, dunque nemmeno il pensiero. Chi dona all’uomo il pensiero è colui che eternamente lo pensa, cioè Dio, a cui inevitabilmente ogni uomo ritorna, prima o dopo. E ciò nonostante oggi l’uomo ha nel suo pensiero solo delle rarissime tracce di Dio, nel senso che lo pensa pochissimo. Se davvero lo pensasse, e come Dio merita, allora anche lo amerebbe, evitando tutta una infinita serie di comportamenti che svelano come il pensiero umano oggi sia orfano di Dio. L’amore, infatti – quando è autentico, gratuito, donale e sacrificale – testimonia il pensiero di Dio nell’uomo. Oggi si dona se stessi a cose che non valgono nulla, si pensa a cose che non danno alcun vantaggio né umano, né morale, né di altro genere, e ciò nonostante il pensiero è come sommerso da queste cose. Ciò avviene quando Dio non è egemone, con il suo infinito amore, nel nostro pensiero. Dinanzi a san Paolo che ci dice che abbiamo il pensiero di Cristo, la realtà ci svela come siamo divenuti bassi e miseri nella capacità di elevare il nostro pensiero non solo a qualcosa che trascenda la materia, ma a Qualcuno che ha ogni potere su di essa e su noi stessi, e dal quale ogni dono traiamo come luce che ci vivifica e ci illumina. Siamo entrati in un percorso quasi contraddittorio, ma reale, ossia quello dell’ateismo credente. […]”

Edizioni Cattoliche La Casa di Miriam
Piazza del Monastero, 3 – Torino
Tel. 3405892741
www.lacasadimiriam.altervista.org

 

Pubblicato da lacasadimiriam

La Casa di Miriam è un centro editoriale cattolico ed un cenacolo di preghiera operativo 24h