La restituzione dell’Arca dai Filistei

La restituzione dell’Arca dai Filistei

Battaglia di Ghilboa

(La Casa di Miriam Torino – Studi Biblici)

Dopo la presa dell’Arca per mano filistea, il testo biblico informa riguardo l’instaurazione di una profonda difficoltà filistea nella convivenza con il sacro cofano. Un versetto particolare, a riguardo,  rende esplicita l’eziologia di questa tribolazione filistea rispetto all’Arca:

 “I Filistei, poi, presero l’Arca di Dio e la introdussero nel tempio di Dagon” (1Sam 5,2).

 L’antitesi teologica, prodotta da questa collocazione dell’Arca, è infatti enorme, ed a ragion veduta produttrice delle disgrazie filistee. L’Arca dell’Alleanza, simbolo materno di Dio, viene introdotta nel tempio pagano del dio Dagon (già noto biblicamente dal resoconto di Gdc 16,22-24), manifestando per questo la necessità impellente di un riscatto filiale dell’Arca da parte Israelita.

Dunque, dopo essere stata trasferita in cinque diverse città filistee, l’Arca-Madre viene riscattata dai propri figli, nonostante l’inconveniente di Bet-Sèmes: qui, infatti, in questa località di confine, gli Israeliti le mancarono di rispetto ed il Signore li punì duramente, come scritto in 1Sam 6,19:

 “Il Signore percosse gli uomini di Bet-Sèmes, perchè avevano guardato l’Arca del Signore; colpì nel popolo settanta persone su cinquantamila e il popolo fu in lutto perché il Signore aveva inflitto alla loro gente questo grave castigo”.

Come si può vedere, dunque, dopo la sua permanenza a Silo l’Arca ha ripreso un lungo processo di transizione che trova un suo nuovo e parziale momento di sosta nella località di Kiriat-Iearìm, dove finalmente essa viene posta sotto la custodia sacerdotale di Eleazaro, figlio di Abinadàb (cfr. 1Sam 7,1). Proprio la località di Kiriat-Iearìm segna una tappa fondamentale per la transizione dell’Arca, poiché essa viene ad associarsi nuovamente all’economia di Samuele, che dal momento della vocazione a Silo era scomparso dalla contestualizzazione redazionale.

L’Arca rimase a Kiriat-Iearim all’incirca vent’anni.

 Fonte: Francesco Gastone Silletta – La Casa di Miriam Torino (Studi Biblici)

Utenti connessi

Ti potrebbe interessare anche