Da un’omelia di San Gregorio Nazianzeno sulla Trinità

Holy Trinity De Sacchis print on wood 15x11 | online sales on HOLYART.com

Da un’omelia di San Gregorio Nazianzeno sulla Trinità

“[…] Tre sono le più antiche opinioni su Dio: quella dell’anarchia, quella della poliarchia e quella della monarchia. Le prime due sono state un vero divertimento per i figli dei Greci, e continuino pure ad esserlo! Infatti, l’anarchia è disordine; la poliarchia è dissidio, e quindi anarchia e quindi disordine. L’una e l’altra implicano la

stessa conseguenza, cioè il disordine, e il disordine comporta la dissoluzione: il disordine, infatti, precede e prepara la dissoluzione. Per noi, invece, la concezione che merita onore è quella della monarchia, intendendo per monarchia non quella che è delimitata da una sola persona (“monarchianismo”, eresia ndr.). Infatti, è possibile che anche l’unità, se è in dissidio con se stessa, dia luogo alla molteplicità; intendiamo, piuttosto, quella monarchia che è formata da un’uguale dignità di natura, dall’accordo di opinione, dall’identità del movimento, dalla convergenza verso un unico punto di ciò che da essa proviene, cosa che è impossibile in una natura generata. In tal modo, anche se c’è diversità nel numero,

tale natura non viene recisa nella sostanza. Per questo la monade “da principio” (Gv 1,1), mossasi verso la diade, si arrestò alla triade. Questa triade è per noi il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo […]”

(S. Gregorio Nazianzeno, Omelia 29, n.2)

Edizioni e Libreria Cattolica La Casa di Miriam – Con Cenacolo 24h – Piazza del Monastero, 3 – Torino – www.lacasadimiriam.altervista.org