Subito disponibile: “LOCUZIONI INTERIORI NOTTURNE” – opera in 4 volumi

Subito disponibile: “LOCUZIONI INTERIORI NOTTURNE” – opera in 4 volumi (il 4° da marzo) nelle librerie cattoliche (Coletti, S. Paolo, ecc.) – di Francesco G. Silletta – Edizioni La Casa di Miriam – Un estratto:
 
“Puoi raggiungere mete molto più alte nel relazionarti a me. Questo tanto maggiormente se di tutto ciò che più riconosci come prezioso della tua vita, riesci a prendere un’oggettiva e ferma distanza.
Io non sono quella cosa.
Non sono quell’aspetto.
Non sono quel tuo tesoro mondano.
Disilluditi rispetto ad una convivenza fra il tuo amore per le cose che passano e l’eterno tuo Signore. Il disturbo è fattore differenziale laddove entrambi popolano il tuo cuore come una agitata bilancia, che oscilla, pende qua e là senza una vera risoluzione continuativa.
Non che io condanni il fatto che tu provi degli interessi per le cose di questo mondo; tuttavia è la misura in cui esse ti separano dalla profondità di relazione con me a stabilire l’insufficienza del tuo discepolato.
Hai degli esempi importanti in questo cammino. Non chiedo a te per primo qualcosa che ho già domandato a tanti altri lungo la storia.
Perché vorresti rimanere indietro?
Perché proprio tu, che dici di amarmi, e so che in fondo davvero mi ami, e appunto per questo tuo amore sincero cerco di rendere perfetto in ordine alla sua estensione?
Guarda gli apostoli.
Guarda i discepoli.
Guarda i santi.
A loro modo, osserva anche i grandi martiri. Hai ancora i dottori, le sante discepole di ogni tempo, nonché gli uomini e le donne magari privi di particolari tratti storici eppure a loro modo divenuti perfetti nel sapermi porre al centro del proprio vissuto.
Non tirarti indietro in questa missione.
Non permettere che alcune piccole bellezze temporali offuschino la tua sete di eternità.
Hai i mezzi intrinseci al successo.
Sei capace di una dedicazione esistenziale a me. Il tuo cuore mi cerca, io lo so. Ma lo percepisco ancora molto combattuto.
E non fissarti su alcunché.

Perché se sei in grado di porre in me la tua speranza, allora vedrai come dall’altra parte, e quell’altra parte abita proprio ‘dentro di te’, sono io a combattere per te, a suggerirti le difese, le giuste protezioni.

Ciò che non posso combattere al tuo posto è la volontà che tutto ciò si realizzi davvero. Alle volte mi poni delle domande conoscendo già dentro di te la risposta, solo che ti costa fatica ammetterne l’evidenza e circoscrivi l’ostacolo, fingendo che sia io a non risponderti come conviene: la volontà di amarmi a prescindere da tutto, di spendere una vita ‘mondanamente’ insoddisfacente ed al contempo infinitamente realizzata in ordine alla tua perfetta adesione alla mia volontà su di te.
Sapere rinunciare ad aspetti esistenziali che il mondo ritiene fondamentali per il terreno benessere e donare a me, soltanto a me, questa tua rinuncia.
Ciò ancora mi pare molto sofferto in te.
‘Perché le cose vanno così?’ – mi chiedi.
Perché io amo vederti compiacente unicamente della mia presenza. Amo quando tu mi poni al centro del tuo pensiero, del tuo discorso, della tua ragione e della tua ricerca.
Voglio trovarmi ‘da solo’ nello spazio più intimo del tuo cuore. Ivi cerco di farmi posto, liberandolo da surrettizie infatuazioni rispetto al mondo.
Ora comprendi quanto ti ami? […]”
 
(Francesco G. Silletta – Locuzioni interiori notturne – opera in 4 volumi – Subito disponibile da Coletti, S. Paolo, ecc. – Edizioni La Casa di Miriam – Tel. 3405892741)
www.lacasadimiriam.altervista.org