Sulle vessazioni diaboliche patite da sant’Agostino

Sulle vessazioni diaboliche patite da sant’Agostino

CATHOLIC CHURCH of SAINT AUGUSTINE of ENGLAND | History of St Augustine's  Church

Quando uno pensa alle anime particolarmente vessate dal demonio (poiché non tutte lo sono state nel medesimo modo e nella medesima continuità), uno solitamente non pensa subito a sant’Agostino. La cultura devozionale, che spesso si macchia di svarioni intellettuali, è infatti orientata a livello immediato a pensare subito ai “soliti noti”, come ad esempio san Pio, santa Gemma, ecc. Non perché questi non fossero ciò che sono oggettivamente stati, cioè anime tutta la vita vessate dal demonio, ma va anche precisato quanto fiume di grazia sia stato loro elargito insieme a quelle vessazioni patite (visioni soprannaturali, manifestazioni angeliche, ecc.).

Sant’Agostino – chissà perché – non viene invece “immediatamente” associato ad un uomo chissà quanto “vessato” dal demonio. Falso. Certo è vissuto più lontano nel tempo rispetto ad altri santi che qualcuno dei nostri vecchi ha addirittura conosciuto personalmente. E tuttavia la bibliografia di sant’Agostino e su sant’Agostino è talmente vasta da farci capire quanto e come questo santo teologo – come altri con lui (es. san Martino di Tours o lo stesso san Bonaventura) – abbia avuto esperienze di natura diabolica davvero in alcuni casi estenuanti.

Si deve tener conto di un dato demonologico: il demonio è vero che è sempre in atto quanto sente odore di santità in un’anima, ma in ogni singolo soggetto individua alcune “aree” specifiche nelle quali – a motivo del suo carattere, delle sue attitudini, delle sue facoltà e via dicendo – quel singolo può risultare maggiormente sensibile alla sua azione malvagia. Nel caso di una mente geniale come quella di sant’Agostino, è chiaro che la tentazione, la vessazione e l’azione diabolica – dato anche il suo passato – abbiano mirato ad un nucleo diabolico di natura “intellettuale”. Questo non va frainteso, pensando cioè che “intelletto” significhi allora “non” il corpo e il dato sensibile. Assolutamente al contrario. Il fondamento di tante cadute carnali dipende spesso da una confusione di natura intellettuale; tanti combattimenti con il diavolo avvengono a livello intellettuale, anche se finalizzati ad una caduta nei sensi e nei vizi (cioè carnale).

Dice di se stesso, sant’Agostino, in un suo discorso, che con lui il diavolo usava questo radicale metodo “linguistico”: “O fai come ti dico io, o ti ammazzo”. Ovviamente il diavolo non ha facoltà oggettiva di “ammazzare” nel senso di consegnare alla morte qualcuno senza che Dio lo permetta. Può tuttavia rendere la vita impossibile a qualcuno – con le sue vessazioni – e di fatto “uccidere” la sua pace interiore, il suo equilibrio e, talvolta, anche far morire lo spirito nel suo slancio verso Dio. Poche anime, a livello intellettuale, hanno sentito come Agostino uno slancio verso Dio al punto da imbastire tutta la vita uno studio, una argomentazione, una consegna di se stesso intellettualmente e teologicamente parlando in favore della testimonianza cristiana (consideriamo anche il tempo storico in cui Agostino visse). Ed ivi il diavolo ha davvero ostentato un particolare odio dinanzi al genio di Agostino – che è dono di Dio – fomentando in lui vessazioni di ogni genere nella sua autostima, nella sua autocoscienza, nella sua continenza verbale, intellettuale e ovviamente – ma conseguentemente – anche carnale. Ma tutto ha origine, nella vessazione agostiniana, da una radicata conoscenza intellettuale di Dio e di Cristo nella quale costantemente il demonio si è insinuato, non soltanto a livello individuale, ma con infinite schiere di molestatori da lui inviati e a lui soggetti, talvolta umani, talvolta spirituali.

Grande è stata la battaglia vinta da Agostino, non soltanto in seno al suo successo bibliografico e teologico, ma molto di più esistenziale e cristiano. Il demonio è stato sconfitto, sebbene sino all’ultimo istante della sua vita, instancabilmente, lo avesse molestato e assalito con infinite molestie, intimidazioni, dubbi, offese, smarrimenti e cattive evocazioni intellettuali.

Amen

 

Edizioni e Libreria Cattolica La Casa di Miriam – Con Cenacolo 24h Tel. 3405892741 – Piazza del Monastero 3 Torino

 

About lacasadimiriam 1139 Articles
La Casa di Miriam è un centro editoriale cattolico ed un cenacolo di preghiera operativo 24h