Preghiera di guarigione (3)

Preghiera di Guarigione (3)

Chiesa Luce

In questa preghiera di guarigione dì dentro di te: “Signore, voglio essere sincero con te, voglio dirti tutto, tutto quello che non ti ho detto mai te lo dirò stasera. Ti chiedo di guarire tutto del mio passato, di guarire le conseguenze del mio peccato e di altre situazioni negative. Io credo che tu sei il medico del corpo e dell’anima. Glorificati stasera in questa mia persona, attraverso questa mia preghiera di guarigione. Tu hai detto: “Dove due o tre sono radunati nel mio nome, io sono in mezzo a loro”. Io so che tu sei qui, Signore, perché noi siamo radunati nel tuo nome. Vieni Spirito Santo, vieni Signore Gesù”.

Affinchè tu possa andare avanti in questa preghiera, allontana tutto ciò che sta tra te e Gesù. Qualsiasi cosa, i tuoi piani, dove devi andare stasera, quello che dovrai fare domani o qualsiasi altra cosa: lascia da parte tutto. Adesso è importante che tu incontri Gesù. È importante rinnovare questa amicizia, l’alleanza con Dio. Di’: “Gesù, voglio presentarti tutti i miei peccati, quando non ho pregato, le scuse tipo “non ho tempo, non ho voglia, ho lavorato tanto”. Quando non vai a Messa, o sparli di altri, o inventi pettegolezzi, o quando magari ci sono dietro adulteri, aborti, bestemmie, superbia nella tua vita. Magari sempre ti paragoni con gli altri, chi è più bello, chi è più ricco, più forte. Poi questo ti porta in depressione, paura. Staccati dalle cose materiali. Di’: Gesù “Metto te al primo posto”. Pensa a quando sei stato ingiusto verso i tuoi figli, genitori, fratelli o sorelle, amici con cui non parli. Pensa se hai letto oroscopi, astrologia, reiki, New Age o cose di questo genere. Tutti i tuoi peccati mettili sopra l’altare. Dì: “Gesù, rinuncio al peccato, al Diavolo, al male. Dì: “Io metto solo te al centro, tu che sei Risorto, le tue ferite mi guariscono, la tua luce mi illumina, tu che sei Redentore e Salvatore. Grazie Gesù Misericordioso”.

Magari la tua anima è ferita dall’odio, magari non parli con qualcuno, magari un vicino di casa o qualcuno che ti ha fatto male da piccolo. Non tornare su queste cose, ma torna a Gesù. Di’: “Gesù, è arrivato il momento di perdonare, è arrivato il momento di rinunciare a questo odio. Sciogli tutto Gesù. Non guardare le ferite ma negli occhi di Gesù metti questa persona, vicina o lontana, pronuncia il suo nome, dicendo “Io ti perdono tutto”. Magari questa persona è morta, digli: “Io ti perdono tutto”. Stasera io voglio essere un uomo o una donna che perdona tutto e ama. Voglio mettermi dalla parte dei figli di Dio. Questo ripeti fino a che dentro di te non si scioglie l’odio. Come senti che una potenza dentro di te si scioglie tu sei libero. Puoi abbracciare il cielo, tutto il mondo è tuo. Ringrazia Gesù per tutti quelli che in questo momento perdonano e amano.

Dopo che ti sei liberato da tutti i peccati adesso Gesù passa attraverso la tua vita, il suo amore ti tocca. Se è rimasta qualche conseguenza, pensa che Dio ha voluto che tu fossi, tu sei il frutto dell’amore di Dio. Guarda come lo Spirito ti fa scendere piano piano sulla terra. Dio ha voluto questo, ti ha dato i tuoi genitori. Tu sei il frutto dell’amore di Dio, mentre eri nel grembo di tua madre lui era presente, ti proteggeva, ti nutriva. Alle scuole superiori, durante l’adolescenza, l’università, il matrimonio o la tua vocazione. Con te era il tuo Dio che ti ama. Lui adesso qui ti tiene sul palmo della mano dicendo di non aver paura. Lui è alla tua destra e alla tua sinistra. Cammina dietro di te, protegge le tue spalle, ma anche davanti a te aprendo tutte le tue strade.

Adesso presenta a Gesù i tuoi piani, i tuoi scopi, la tua famiglia, la tua vocazione il tuo futuro. Metti tutto nelle sue mani perché lo benedica. Sempre lui ti ripete nella Bibbia di non avere paura. Lui ti ha scelto per sé. Sei prezioso ai suoi occhi, lui ti ama. A te tutto è perdonato. Se Dio è per noi, chi potrà essere contro di noi? Permetti che il suo amore ti riempia. Lui ti tocchi. Lui entri nei tuoi pensieri, nelle tue opere, nei tuoi giorni, il tuo Dio che ti ama. E come l’acqua bagna, anche l’amore di Dio bagna tutta la tua vita. Permetti a Dio di essere amato. Di’: “Gesù grazie. Gesù io ti amo”.

Dopo che hai pregato per la tua anima, prega per la guarigione del tuo corpo. Presenta a Gesù tutto ciò che duole. Presenta le tue malattie, mal di testa, occhi, orecchie, epidemie, malattie infettive, allergie, malattie sanguigne, fertilità o qualsiasi altra malattia, magari una malattia pesante, mortale, ma non guardare la malattia ma Lui, medico del corpo e dell’anima. Digli che sai che tu sei creato dalla polvere e là torni. Di’: “Toccami Gesù con la tua mano, secondo la volontà tua. Glorificati nel tuo servo. Vieni Spirito Santo”. Prega per coloro che si sono raccomandati alle tue preghiere, marito, moglie fratello sorella, figlio, amico, padre, madre. Prega per loro. Di’: “Gesù, non sono degno che tu venga nella mia casa, ma di’ soltanto una parola e saranno guariti mio padre, mia madre, amico, figlio, figlia, sorella, fratello parente, conoscente. Tu sei l’Alfa e l’Omega, tu sei Re dei re, sapienza e potenza, giustizia, verità, amore. Grazie Signore Gesù”.

Fonte: Francesco Gastone Silletta – La Casa di Miriam Torino

Utenti connessi