L’intercessione di Padre Pio

L’intercessione di Padre Pio

P. Pio

 

di Francesco Gastone Silletta – “Circola Voce” – Trimestrale d’informazione religiosa –
© Edizioni La Casa di Miriam – ISSN 23850949 – € 1,90

Se non fosse per la presenza sacerdotale invisibile e mediatrice di Padre Pio, molti di noi, suoi figli spirituali, saremmo già sommersi definitivamente nella nostra immondizia spirituale. Come egli stesso aveva profetizzato prima della propria morte, avrebbe servito la causa divina molto più da morto che da vivo. Alle volte, sembra un paradosso, dovremmo domandarci se un giorno non ci toccherà di dover rispondere, prima ancora che al giudizio divino, a tanta attività di intercessione gratuitamente effusa nei nostri riguardi dal santo offertorio di Padre Pio. In quali termini questa attività venga esercitata su di noi è possibile discernerlo da determinate situazioni alle volte inspiegabili che si verificano nella nostra esistenza di suoi figli spirituali: incontri singolari con sconosciuti sacerdoti o persone che danno un orientamento alla nostra vita, suggerimenti interiori rispetto ad una determinata decisione da prendere, soluzioni inaspettate rispetto ad un dato problema attuale, sterzate improvvise rispetto ad un andamento stantio della nostra progressione spirituale, e molte altre situazioni ancora, sommerse di mistero e apparente inspiegabilità razionale, soprattutto in ordine ai nostri continui peccati che inesorabilmente rendono vana l’azione della Grazia su di noi.

A noi, che a lui quotidianamente ci appelliamo, tutto questo pare compiersi tante volte, nell’ordinarietà della nostra esistenza. Soprattutto in seno alla nostra battaglia contro le forze del male, così apparentemente drammatica ed insolubile, che avrà fine in termini definitivi solo al termine della nostra esistenza terrena.
Preghiamo Padre Pio perché sempre ci aiuti in questa difficilissima lotta, spesso combattuta fratricida, cioè fra noi stessi che ci diciamo cristiani e che sempre il demonio cerca di dividere, generando invidia, astio, rancore ed antipatia fra di noi. In lui abbiamo un sicuro sostegno, poiché ha sempre saputo vincere la tentazione e la provocazione diabolica anche se a prezzo di indicibili dolori che, sinceramente, pochi di noi sono disposti a sopportare per il medesimo santo fine. Prendere Padre Pio come modello di vita cristiana, al di là della nostra condizione sociale e nonostante il fatto che possa apparire così irraggiungibile, è un sicuro sentiero di salvezza, se non altro in ordine all’intenzionalità del nostro progetto spirituale. Perché chi si rivolge a Padre Pio non può che trovare luce, verità e bontà. Siano quelli che siano i nostri peccati umani personali.
Francesco Gastone Silletta – Edizioni La Casa di Miriam Torino
www.lacasadimiriam.altervista.org