Un versetto di Ezechiele sulla giustizia di Dio

Israel's Fear: The Destruction of the Third Temple

Il testo di Ezechiele ci fa intendere come spesso ci dimentichiamo dell’esistenza di Dio e poi ci stupiamo di alcuni avvenimenti spiacevoli. Il profeta dice spesso, infatti, dopo ogni annuncio di sventura: “Allora saprete che io sono il Signore”. Ciò significa che proprio quegli avvenimenti in oggetto sono volti ad una comprensione di chi sia Colui che è stato apertamente rinnegato, offeso ed umiliato nell’idolatria e nel peccato. Dice ad esempio il testo di Ez 7,9b:

“Diverranno palesi in mezzo a te i tuoi abomini: saprete allora che sono io, il Signore, colui che colpisce”.

La punizione del Signore esiste, come evento di giustizia, non si deve credere nemmeno oggi – nonostante la mediazione di Cristo assente nell’economia di Ezechiele – che tutto avvenga indipendentemente dalla volontà di Dio. Talvolta alcuni eventi sono finalizzati – come dice il profeta, a decidersi per Dio, a capire chi sia Dio e chi sia l’uomo, quale sia l’onnipotenza dell’uno e la limitatezza dell’altro e la necessità di vivere secondo la divina volontà e la divina disposizione di tutte le cose.

Amen

Edizioni e Libreria Cattolica La Casa di Miriam

Piazza del Monastero 3 – 10146 – Torino

 

About lacasadimiriam 1139 Articles
La Casa di Miriam è un centro editoriale cattolico ed un cenacolo di preghiera operativo 24h