La tipologia dei documenti pontifici

 

Pope Pius XII and doing the right thing | Angelus News

Costituzione Apostolica: è un documento papale (o conciliare), la cui natura testuale ha un valore solenne o particolarmente importante e rispecchia una normativa (“legge”), cioè una disposizione definitiva o di particolare valore. Esso è destinato a tutti i fedeli, ma a seconda della sua natura contenutistica, può esserer distinto in base al suo riferimento “dogmatico”, oppure “pastorale”.

Lettera enciclica: Letteralmente, è una “lettera circolare”, con la quale, cioè, il Papa si esprime ai Vescovi e ai fedeli su determinate e importanti questioni di natura dogmatica, sociale, morale o politica

Esortazione Apostolica: Documento del Papa con il quale si “esorta” a prendere coscienza rispetto ad una realtà dottrinale o a un modo di operare. Spesso riguarda ciò che il Papa stabilisce alla luce di un Sinodo compiuto in precedenza (Esortazione post-sinodale), ma non unicamente.

Lettera apostolica: Si tratta di un documento similare all’Esortazione Apostolica, ma più generico, talvolta indirizzata ad un destinatario particolare. Il suo contenuto richiama comunque un interesse di natura generale per la Chiesa.

Motu proprio: Si tratta di un documento letteralmente realizzato da parte del Papa (o di altra autorità ecclesiastica) “di propria iniziativa”. Esso può essere relativo ad una determinata decisione oppure ad una nomina specifica.

Bolla Pontificia: comunicazione elaborata dalla Cancelleria Pontificia con il sigillo del Papa

Breve Apostolico (o pontificio): è un documenti elaborato dalla Cancelleria Pontificia, che può contenere o meno il sigillo papale, di valore testuale e comunicativo inferiore alla Bolla pontificia

Il Papa può utilizzare anche la forma di comunicazione di una lettera semplice o di un messaggio.