Sul battesimo di Gesù – da uno studio di A. Grün

Sul battesimo di Gesù – da uno studio di A. Grün
 
thebaptismjordan
 
“[…] I flutti del Giordano sono pieni della colpa di tutti i peccatori che vi si sono fatti battezzare da Giovanni. Immergendomi nella mia colpa, si apre il cielo su di me. La mia vita si amplia, si estende fino all’ambito divino del cielo. E dal cielo Dio pronuncia la parola originaria della mia dignità intoccabile: “Tu sei il mio figlio diletto, la mia figlia diletta. Mi piaci”. Essere figlio e figlia di Dio: questo mi dà il mio valore divino: Io smetto di autodefinirmi a partire dai miei genitori, a farmi determinare dai messaggi che ho ricevuto da loro. Non ricevo il mio valore a partire dagli altri, da mio padre o da mia madre, dalla loro attenzione o approvazione, bensì da Dio. Non ricevo il mio valore dal fatto che la gente mi lodi e mi stia vicino, ma dal fatto che Dio mi ha creato meraviglioso. Essere nati da Dio: ciò mi dona libertà nei confronti delle attese e dei giudizi degli uomini. Gesù Cristo, il Figlio di Dio, si è fatto uomo perché io fossi divinizzato, come dicono i padri greci della Chiesa.
L’immagine che Dio si è fatta di ciascuno di noi, la dignità divina che egli ci ha donato in Gesù Cristo, viene dispiegata sempre più nel corso dell’anno liturgico […]”
(A. Grün, La via all’autostima. Per vincere le paure)
 
Cenacolo La Casa di Miriam – Studi
Piazza del Monastero, 3 – Torino
Tel. 340-5892741 – www.lacasadimiriam.altervista.org