Un estratto da P. Gilbert, “E. Przywara: Dio sempre più grande” in La Civiltà Cattolica, II/2020, pp. 244-255

“La similitudine e la dissimilitudine dell’uomo rispetto a Dio” – Da un articolo interessante di P. Gilbert sull’analogia entis secondo il filosofo E. Przywara***:

Pin by ༻∞↞Ꮰɛɲŋϔ↠∞༺ on 《✞》♛†CHRIST THE KING†♛《✞》 | Pictures of jesus christ,  Jesus pictures, Life of jesus christ

“[…] In Przywara, questa tesi indica che l’essere umano ha una dignità «creaturale», cioè una dignità simile alla semplicità del Creatore, ma non identica. È una distinzione che non contraddice né la propria semplicità né il proprio destino di espressività. Il ricorso alla tesi filosofica che distingue l’essenza dall’atto di essere chiarisce questa posizione: per Dio, l’atto di essere coincide con la sua essenza intelligibile; per l’uomo, invece, l’espressione non esaurisce colui che vi si esprime. […]”

*** (P. Gilbert, “E. Przywara: Dio sempre più grande” in La Civiltà Cattolica, II/2020, pp. 244-255)

Edizioni e Libreria Cattolica La Casa di Miriam – Con Cenacolo 24h Tel. 3405892741 – Piazza del Monastero 3 Torino