“Preghiera dell’annullamento alla Regina del Cielo e della Terra” – di Francesco G. Silletta

“PREGHIERA DELL’ANNULLAMENTO ALLA REGINA DEL CIELO E DELLA TERRA” – di Francesco G. Silletta – dal 3° vol. del libro “Liberaci dal male” Edizioni La Casa di Miriam

“Vergine Santa, Regina del Cielo e della Terra,
la mano del Signore si manifesta su di te, sua serva (cfr. Is 66,14b), poiché tu consideri nel cuore le sue vie e ne penetri, con la mente, i segreti (cfr. Sir 14,21; cfr. Gv 2,5).
Per questo oggi, in questa festa di gioia e di speranza,
ci rivolgiamo a te, nostra Madre e Regina, perché operi in noi un completo annullamento di ciò che intimorisce la nostra coscienza, dei persecutori che ci assalgono (Sal 118,157), di ciò che arena il nostro pellegrinaggio in terra e umilia il nostro cuore. Noi vogliamo obbedire alla voce del Signore nostro Dio e non trasgredire alcuno dei suoi comandi (cfr. Dt 26,14). Per questo, in questo giorno benedetto, noi ci mettiamo con fede alla tua presenza e ci appelliamo alla tua pietà materna:
ANNULLA anzitutto in noi qualunque dubbio o debolezza nella fede nel nostro Dio uno e trino, affinché a lui solo rivolgiamo il nostro culto ed in lui solo riponiamo la nostra fede
ANNULLA in noi ogni indisposizione alla sequela di Cristo, nostro Signore, che versando il suo sangue sulla croce ci ha rigenerati alla vita nuova
ANNULLA in noi ogni inosservanza dei consigli e delle illuminazioni che lo Spirito Santo infonde in noi, per edificare il nostro cuore ed elevarci alla vita celeste
ANNULLA in noi, Vergine Purissima, ogni disattenzione ed offesa nei tuoi riguardi, affinché sappiamo trarre un tesoro inestimabile dal dono della tua maternità.
ANNULLA in noi l’inclinazione alla lussuria, al gusto per i piaceri terreni, la seduzione della carne, la leggerezza nel costume e gli atteggiamenti o i discorsi volgari, superficiali e libertini.
ANNULLA in noi, per la bellezza del tuo cuore, ogni distorsione immaginativa, rappresentativa, ideale, astratta, percepita come vera, come esistente ma in realtà falsa ed unicamente ispirata in noi dall’azione del demonio.
ANNULLA in noi, nella nostra volontà, il senso di autosufficienza, la vanità di potenza, la vanagloria, l’egoismo, il volgere lo sguardo unicamente sul nostro potenziale umano.
ANNULLA in noi la resistenza alla grazia, liberandoci da ogni tristezza, amarezza, cattivo ricordo, depressione, sfiducia, malinconia.
ANNULLA in noi, per la dolcezza del tuo cuore, ogni atteggiamento violento, iroso, indisponente, chiuso al servizio e alle necessità del prossimo
ANNULLA in noi ogni legame con il peccato, ogni effetto dei nostri peccati ancora esistente in noi, ogni latitudine di male impressa nel nostro vivere a motivo delle nostre colpe, presenti o passate.
ANNULLA in noi qualunque forza negativa sia penetrata nella nostra esistenza in ragione di malefici ricevuti, di fatture, di stregonerie o maledizioni rivolteci dall’esterno per invidia, antipatia o odio da parte dei nostri fratelli.
ANNULLA in noi qualunque mancanza di perdono verso chi ci ha fatto del male e che consideriamo ancora come un nemico.
ANNULLA in noi il desiderio di sapere oltre ciò che Dio dispone per la nostra sapienza. Il “di più viene dal diavolo” e noi vogliamo vivere accontentandoci di quello che oggi, ai nostri occhi, Dio pone per noi.
ANNULLA ogni divisione e discordia presenti nelle nostre famiglie e nelle nostre relazioni sociali più intime: quelle dentro casa, quelle sul posto di lavoro, quelle nei luoghi di condivisione ed in ogni altro luogo.
ANNULLA in noi il sentimento di superbia, il pensare di valere di più di un nostro fratello, l’aspirazione a diventare grandi e potenti sulla terra.
ANNULLA in noi la pigrizia, l’accidia e la mancanza di ardore nel partecipare ai sacramenti, nel porci in preghiera, nell’essere umili, come tu lo sei stata, dinanzi all’Altissimo Dio.
ANNULLA in noi, se la misericordia divina lo ritiene santo ed utile per noi, nel nostro corpo le malattie neurodegenerative, cancerogene, cardio-circolatorie, neurologiche, psichiatriche e di ogni altra natura impedente in maniera deficitaria e permanente l’esercizio sano e libero della nostra corporeità.
ANNULLA infine, Madre di Misericordia, in noi ogni interesse, partecipazione, discussione, contaminazione e riflessione su argomenti satanici, pseudo-religiosi, new-age, astrologici, cartomantici, spiritualistici ed esoterici.
Sia lodato il nome di Maria, Regina del Cielo e della Terra: per tua intercessione il nostro cuore sia la tua dimora, dove poter insieme cantare la gloria di Dio nell’attesa ardente di incontrarlo per sempre nel Regno promesso.
Amen

“Liberaci dal male. Preghiere di liberazione” – opera in 3 voll. di Francesco G. Silletta – Primi due voll. già in libreria – Info tel. 3405892741 – Edizioni La Casa di Miriam Torino www.lacasadimiriam.altervista.org