Sul ritorno di Cristo – Una catechesi di S. Cirillo di Gerusalemme

Jesus casting out the money changers – The Herald

Sul ritorno di Cristo – Una catechesi di san Cirillo di Gerusalemme

“[…] Noi annunciamo la venuta di Cristo, non la prima soltanto, ma anche la seconda, più grandiosa della precedente. La prima fu contrassegnata dai patimenti, la seconda porterà il diadema della divina regalità. Generalmente infatti, ogni realtà, nel mistero di nostro Signore Gesù Cristo, presenta un duplice aspetto, una duplice generazione: una da Dio prima dei tempi, un’altra dalla Vergine, nella pienezza dei tempi. Una duplice discesa: una nascosta e silenziosa come quella della rugiada sul falciato (cfr. Sal 71, 6), un’altra pienamente manifesta, quella futura. Alla prima venuta, fu avvolto in fasce e posto in una mangiatoia; nella seconda, si rivestirà di luce come di un manto (Sal 103, 2). Nella prima si caricò della croce, disprezzandone l’ignominia; nella seconda, verrà glorioso accompagnato da un esercito d’angeli.
Non fermiamoci dunque solo alla prima venuta, ma disponiamoci anche all’attesa della seconda. Quando venne la prima volta, lo accogliemmo dicendo: Benedetto colui che viene nel nome del Signore (Mt 21, 9), e pronunceremo ancora le medesime parole la seconda volta: quando con gli angeli gli andremo incontro e adorando esclameremo: Benedetto colui che viene nel nome del Signore (Mt 23, 39). Il Salvatore verrà non per essere nuovamente giudicato, ma per giudicare i suoi stessi giudici. Egli che tacque quando fu accusato, dirà agli scellerati che osarono oltraggiarlo sulla croce: Tali cose hai fatto, ma io ho taciuto (Sal 49, 21). In passato, secondo il piano della salvezza, venne ad insegnare agli uomini con la persuasione, in futuro tutti si dovranno necessariamente sottomettere al suo dominio, anche se non vorranno […]”

Edizioni e Libreria Cattolica La Casa di Miriam – Con Cenacolo 24h – Piazza del Monastero, 3 – Torino – www.lacasadimiriam.altervista.org

 

Ti potrebbe interessare anche