Ribaltando le verità della nostra fede cattolica, Cristo ribalta noi nella nostra misera prepotenza intellettuale

Ribaltando le verità della nostra fede cattolica, Cristo ribalta noi nella nostra misera prepotenza intellettuale
 
Quanto l’esegesi, la teologia, il razionalismo negli ultimi tempi abbiamo ostruito e mistificato la semplicità della divina rivelazione, creando panico e confusione in tante coscienze semplici, è una realtà non trascurabile, che necessita di un urgente ripensamento da parte dei cuori puri, semplici, amanti di Gesù Cristo più che non della pura speculazione su di lui, del fascino del “dottismo” accademico, della vanità e della saccenza teologica e filosofica.
La realtà storica di Gesù Cristo, la verità dei miracoli da lui operati nella storia, testimoniati ocularmente, l’importanza salvifica della sua predicazione, l’esistenza del demonio da lui stesso espressa attraverso la sua parola di conoscenza e le sue opere, la storicità della sua passione, la dinamica processuale nelle sue oscurità giuridiche (cioè la farsa di un processo del tutto irregolare a Gesù); nonché tutta la teologia dei segni, la cristologia del Verbo incarnato, il ruolo di Maria nella redenzione di Cristo, la storicità dei testimoni oculari e la credibilità della loro predicazione; e ancora gli autori sacri nella loro vera identità storica, la distinzione fra storia e simbolo, e nel contesto simbolico la differenza fra simboli e simboli, la retorica dell’ironia, l’uso allegorico di determinati linguaggi, quello parabolico, quello parenetico: un’infinità di elementi che nel tempo sono stati in molti modi offuscati, mistificati e da ultima persino rinnegati nel loro valore e nella loro importanza per la nostra vita cristiana, al punto da ridurre immensamente l’enorme deposito della nostra fede cristiana a poche istanze teologiche deformate rispetto alla verità evangelica.
Non possiamo dormire dinanzi a Cristo che muore in Croce. Dobbiamo risvegliare la nostra coscienza cristiana anche a livello intellettuale, oltre che spirituale, e non “obbedire” alle falsità ideologiche e razionalistiche che popolano tanti pulpiti anche cattolici.
Tutto questo possiamo farlo con la preghiera, con la rinuncia, con la carità e l’umiltà, oltre che ovviamente studiando, meditando e riflettendo a livello intellettuale.
Cristo benedica quanti lo amano e invocano il suo nome, come unico Signore. Amen
 
Edizioni Cattoliche e Cenacolo 24h
La Casa di Miriam
Piazza del Monastero, 3 – Torino
www.lacasadimiriam.altervista.org