Sulla crisi dell’esegesi contemporanea (I. de la Potterie)

Da una conferenza di I. de la Potterie del 1998

Jesus Appears to His Disciples ~ Jesus in the No-Spin Zone ~ Part Four ~  Jesus, the Triumphant Lord Parking Alert Sunday April 24, the O'Brien's and  Carriage House parking lots will be unavailable for church use. Please  check with our parking hosts at the ...

” […] È ancora possibile, oggi, un’esegesi cristiana? Paradossalmente, la via per rispondere a questa domanda mi sembra proprio quella di un “ritorno ai Padri”. Non si tratta di raccomandare un puro e semplice recupero della pratica esegetica del medioevo e dei tempi patristici, così come si era sviluppata nei primi secoli. Oggi i contributi della moderna filologia e della precisione critica sono non solo ammessi, ma addirittura richiesti dalla Chiesa nell’approfondimento del testo sacro. Dobbiamo fare, dunque, non solo filologia scientifica ma anche ritorno ai Padri, questa è la proposta per rispondere a questa sfida. Mi riferisco al ritorno allo spirito profondo con cui i Padri si accostavano alla Bibbia: spirito ecclesiale, spirito di fede, ma anche nutrito dalla tradizione della Chiesa. Tale prospettiva libera innanzitutto l’esegesi moderna da quel “dogmatismo critico” che deriva da una concezione illuministica di “ragione” (Kant sta dietro di tutto questo, razionalismo dunque, “la sola ragione e basta”, dice Kant); una ragione chiusa su se stessa intesa come misura di tutte le cose, e non come apertura alla rivelazione che viene dall’alto, da Dio in tutti i suoi fattori. Ma questo non è scientifico! si dice… C’è qui una concezione che mi sembra alla radice della crisi esegetica moderna. Inoltre, tale prospettiva permette di recuperare la validità delle indicazioni del Vaticano II, che invita a leggere e interpretare la Sacra Scrittura “nello stesso Spirito in cui è stata scritta”. La soluzione sta dunque nella grande intuizione dei Padri della Chiesa e del medioevo fino alla Riforma per i quali lo Spirito sta nella lettera perché la Scrittura per loro è ispirata. Se la lettera della Scrittura è ispirata, densa di Spirito, devo io esegeta cristiano e cattolico moderno seguire quelle indicazioni metodologiche di fondo. Se la lettera della Scrittura è densa di Spirito devo condurre la mia analisi del testo biblico fino a raggiungere il suo livello spirituale che sta nella lettera stessa. […]”

Edizioni e Libreria Cattolica La Casa di Miriam – Con Cenacolo 24h Tel. 3405892741 – Piazza del Monastero 3 – Torino