“Professione d’amore al cuore di Gesù”

“Professione d’amore al cuore di Gesù” – di Francesco G. Silletta – “Preghiere” – Edizioni Cattoliche La Casa di Miriam:
 
 
Con questa preghiera
decido di pormi coscientemente sotto la custodia del Signore Gesù Cristo, come parte viva di lui stesso, dal quale riconosco di dipendere in ogni mia facoltà, pensiero, atto, esperienza.
So di essere creato ad immagine di Dio, e il Cristo è questa immagine, alla quale stabilisco ora di conformarmi nella mia volontà, nelle mie decisioni, nella mia vita nel mondo.
Al Signore Gesù Cristo offro pertanto ogni mia personale realtà, sia essa appartenente alla mia esteriorità fisica, sia essa appartenente alla mia interiorità morale e spirituale. Tutto consegno di quanto mi appartiene a Colui al quale appartengo, come membro di un unico Corpo. A tutto rinuncio di quanto sia disomogeneo rispetto all’integrità di questa appartenenza e lo deploro, lo rigetto e ne depongo il ricordo presso la Memoria eterna del Signore, perché gli comandi di cancellarsi dalla mia esperienza umana e di retrocedere per sempre nella propria alterità di disobbedienza e di peccato.
Sotto la tutela di Gesù Cristo affido tutti i miei progetti, le mie aspettative, la mia economia di uomo nel mondo, per il tempo in cui il Signore stesso vorrà mantenermi come esistente in esso. Sin d’ora dispongo che quanti sono attorno a me, cominciando dal mio nucleo familiare, e tutte le persone per cui prego, siano sostenute, edificate e sorrette dalla benedizione del Signore del cielo e della terra, al quale io personalmente mi affido ed affido per la mia preghiera l’esperienza di ognuno di loro.
Sia tutto santificato per l’appartenenza a Cristo Signore, che ora dichiaro di possedere: la dichiaro dinanzi al Cristo stesso, come mio testimone di verità e di grazia, affinché la mia preghiera sia intima al suo cuore e la mia voce interna alla sua coscienza.
Sono del Signore Gesù Cristo in quanto vivente creatura che lui solo riconosce come Dio, come assoluta bellezza e verità, e in cui solo intendo dimorare, per il cui unico fine destinare la mia vita e nella cui unica intimità consegnare la mia anima.
La Vergine Maria mi accompagni in questa mia professione d’amore al cuore di Gesù, il Cristo Redentore, perché io possa essere accolto ed ivi immerso, nella pace e nella gioia che da lui solo è generata e dispensata a quanti la invocano.
Amen
(Francesco G. Silletta – “Preghiere”)
 
Edizioni e Libreria Cattolica La Casa di Miriam
Con Cenacolo 24h – Tel. 3405892741
Piazza del Monastero, 3 – Torino
www.lacasadimiriam.altervista.org

 

Precedente Sulla "compassione" di Gesù Successivo Un estratto dal commento di S. Agostino al Salmo 36