Preghiera al pastore ed agnello

Preghiera al pastore ed agnello
 
 
Tu che sei l’agnello immolato per riparare i nostri errori, insegnaci ad essere umili e lieti nella nostra piccolezza, affinché sia il buon pastore, cioè tu stesso, colui dal quale ci lasciamo guidare mansueti, senza ribellioni o autonomismi. Non lasciarci soli al pascolo dell’esistenza, affinché i lupi non ci divorino, i ladri non rubino ciò che abbiamo di più prezioso, l’immagine di te, né rimaniamo orfani mai della tua benedetta protezione.
Aiutaci, pastore ed agnello, perché vana è la nostra pretesa di poter vivere senza di te, al di fuori di te, indipendentemente da te. Tuo è infatti il pensiero della nostra creazione, tua la progettazione della nostra esistenza, tua la sorgente di ogni nostra umana capacità, tua la premura della nostra gioia, della nostra salute. Tua ancora è la nostra stessa ultima destinazione, il tuo cuore che infinitamente ci ama. Non lasciare allora che ci priviamo da noi stessi di tutto questo, ma aiutaci giorno per giorno a rallegrarci di essere delle semplici pecorelle, bisognose ogni momento di cure, di aiuto e di protezione.
Amen
 
(Testo di Francesco G. Silletta)
Edizioni Cattoliche La Casa di Miriam 24h
Piazza del Monastero, 3 – Torino
www.lacasadimiriam.altervista.org