Chi poteva amarmi se non tu?

Maria 100

“Il cattolicesimo ha bisogno di maternità. E la maternità è soltanto della donna. Basta guardare tutto ciò che viene definito “religioso” o “spirituale” in questo nostro mondo: privo della dimensione materna, quale nucleo vitale di senso, è pura ideologia, astrazione, vaneggiamento emotivo. La maternità ci salva, una maternità carnale, vera, femminile, pulsante. L’ardore, la propensione di una madre per il figlio, la sua sollecitazione perché nulla gli manchi, la sua stessa trasmissione vitale. Il cristianesimo è la sola religione a confessare un Dio che obbedisce e si fa piccolo nel grembo di una Madre. Questo è il principio stesso dell’atto religioso: una disposizione materno-filiale. L’umanità riscopra questa latitudine materna del creato, perché rifiorisca la speranza di un ordine fraterno di convivenza fra le genti […]”.
(Dal libro “Chi poteva amarmi se non tu?” – di Francesco Gastone Silletta – © Edizioni La Casa di Miriam – Prossimamente)