Lo splendido brano di Sapienza 3,1-11

Lo splendido brano di Sapienza 3,1-11

L'immagine può contenere: 1 persona

Le anime dei giusti, invece, sono nelle mani di Dio,

nessun tormento li toccherà.

Agli occhi degli stolti parve che morissero,

la loro fine fu ritenuta una sciagura,

la loro partenza da noi una rovina,

ma essi sono nella pace.

Anche se agli occhi degli uomini subiscono castighi,

la loro speranza resta piena d’immortalità.

In cambio di una breve pena riceveranno grandi benefici,

perché Dio li ha provati e li ha trovati degni di sé;

li ha saggiati come oro nel crogiuolo

e li ha graditi come l’offerta di un olocausto.

Nel giorno del loro giudizio risplenderanno,

come scintille nella stoppia correranno qua e là.

Governeranno le nazioni, avranno potere sui popoli

e il Signore regnerà per sempre su di loro.

Coloro che confidano in lui comprenderanno la verità,

i fedeli nell’amore rimarranno presso di lui,

perché grazia e misericordia sono per i suoi eletti.

Ma gli empi riceveranno una pena conforme ai loro pensieri;

non hanno avuto cura del giusto e si sono allontanati dal Signore.

Infatti è infelice chi disprezza la sapienza e l’educazione.

Vana è la loro speranza e le loro fatiche inutili,

le loro opere sono senza frutto.

(Sap 3,1-11)

 

Edizioni e Libreria Cattolica La Casa di Miriam – Con Cenacolo 24h – Tel. 3405892741 – www.lacasadimiriam.altervista.org

 

Precedente "Preghiera di liberazione alla Vergine Consolata" - di Francesco G. Silletta Successivo "Sulla presenza reale di Cristo nell'Eucaristia"