L’utilità del digiuno in S. Agostino

Uno straordinario sant’Agostino scrive riguardo all’utilità del digiuno: “[…] Qual è l’utilità di astenersi un poco dal cibo e dal piacere della carne? La carne preme contro il suolo, la mente tende all’alto; è trasportata dall’amore, è ritardata dal peso. A questo proposito dice la Scrittura: ‘Il corpo soggetto a corruzione appesantisce l’anima e l’abitazione […]

Continua a leggere

Dal documento: “La morale cristiana e le sue norme” – Commissione Teologica Internazionale

  Da un documento da rileggere: “La morale cristiana e le sue norme” – della Commissione Teologica Internazionale (1974)   […] 1. Il Cristo come norma concreta   Un’etica cristiana dev’essere elaborata prendendo come fondamento Gesù Cristo. Come Figlio del Padre, egli ha compiuto nel mondo tutta la volontà di Dio (tutto ciò che a […]

Continua a leggere

Dal Sermone 21 – di san Bonaventura

“[…] In primo luogo Cristo ebbe il primato dell’insolita novità nella sua risurrezione. Nessuno infatti, pur morendo in penosa vecchiaia, è risorto dai morti incominciando una nuova vita di gioia inestimabile; perché in questo modo il Signore Gesù Cristo fu il primogenito dei morti, che vinto l’impero della morte, è stato cinto della corona d’una nuova incorruttibilità. Chi infatti avrebbe […]

Continua a leggere